17,613 Works

PERCEIVE. WP6. Virtual learning environment. Simulation and modelling data

Eirini Aivazidou, Giovanni Cunico & Edoardo Mollona
The data set includes data generated by PERCEIVE WP6 (Tasks 6.1, 6.2, 6.3 and 6.4). These tasks refer to simulation, which entails the building and the validation of both a qualitative and quantitative model and of a number of simulation experiments. The nature of the data is mixed. First, the data set includes the strings of codes that are necessary to simulate the mathematical model. Second, the data set includes the numerical parameters necessary to...

Cinergie – Il Cinema e le altre Arti, N. 15 (2019)

Cinergie – Il Cinema E Le Altre Arti
Screens, pictures, windows. On the poetics of Marcantonio Lunardi...85-91 The Tangible Image: Aleksandr Sokurov's Faust...93-104 Farocki's Serious Games: Play, Learning, Therapy...105-114 “An evil has been committed.” Complexity and the educational contribution of the American Vandal television series, between mockumentary, satire and meta-language...157-164 History, Analysis and Anthropology of Medical Dramas: A Literature Review...69-84 Someone Writes About Cinema. The Reader's Columns on the Communist Magazines Vie Nuove, Il Calendario del Popolo and Rinascita from 1945 to 1960...15-29...

La cultura della lettera. La corrispondenza come forma e pratica di critica cinematografica

Michele Guerra & Sara Martin
Cinergie – Il Cinema e le altre Arti, N. 15 (2019)

Da Venezia 2018 alla stagione successiva. Piccolo bilancio critico

Roy Menarini & Alice Autelitano
Cinergie – Il Cinema e le altre Arti, N. 15 (2019)

Sul queer contemporaneo. Sicilia Queer FilmFest 9, 30 maggio-5 giugno 2019

Marco Grifò
Cinergie – Il Cinema e le altre Arti, N. 15 (2019)

Baring the Soul. Cinema and Society in Playmen Magazine (1967–1972) Readers’ Letters

Gabriele Rigola
This article examines several trends in the Readers’ Letters column of Playmen, the Italian erotic monthly magazine, during the first five years it was published. In particular, the essay aims to investigate the role of the column and readers’ letters in deciphering the change in male and gender roles in Italian society of that time. We will examine the development of a new readership, users of popular magazines dedicated to men, and a complex network...

Quale “mestiere del critico”? Un'intrusione nella corrispondenza di Guido Aristarco

Paolo Noto
L'obiettivo di questo articolo è quello di presentare e commentare gli esiti di alcuni preliminari sondaggi nell'archivio di Guido Aristarco e di provare a definire delle ipotesi operative per una ricerca che indaghi la critica cinematografica italiana quale campo di relazioni professionali e culturali. La figura di Aristarco e l'esperienza di Cinema Nuovo sono analizzate attraverso un campionamento della ricchissima corrispondenza del critico, fonte per conoscere e ricostruire le relazioni private e al tempo stesso...

The Disintegration of the City. Corrispondenze tra una lettera del Gruppo Archigram e il progetti audiovisivi di Ugo La Pietra

Jennifer Malvezzi
Il saggio analizza una lettera programmatica scritta dal gruppo neo-futurista inglese Archigram alla rivista “IN. Argomenti di immagini e di design” nel 1972. Informata dalle teorie di Marshall McLuhan e dalle coeve pratiche di Guerrilla Television, la lettera determinante per il progetto de La cellula abitativa di Ugo La Pietra, un sistema di comunicazione sperimentale potenzialmente realizzabile che preconizza il funzionamento di internet e dei social network il cui prototipo venne presentato lo stesso anno...

Cine-Traffic in the Air: the Geographies of Inflight Movies from a Selection of European Airlines

Emiliano Rossi
Airplanes have emerged as less and less peripheral spaces of cinematic fruition. Inflight entertainment, indeed, is currently perceived as an amenity commonly provided onboard aircrafts. On these assumptions, the essay examines on-the-fly cinema primarily in terms of industrial practices and commercial strategies. A theoretical overview will clarify some of the issues most recurrently associated to film consumption within planes, often described as enclosed topological environments featuring a composite social structure dominated by a sense of...

Dubbi cinematografici e sexy corrispondenze. L'evoluzione della piccola posta nei cineromanzi italiani

Gabriele Landrini
La rubrica della piccola posta ha da sempre un ruolo fondamentale sia nelle riviste a target femminile, sia nei magazine dedicati a un pubblico maschile. Anche i cineromanzi, che tra gli anni Cinquanta e Settanta hanno appassionato gli italiani, non sono estranei a queste particolari sezioni di scambio epistolare, tanto che molteplici editori hanno riservato sulle proprie collane numerose pagine al confronto diretto tra lettori e misteriosi consiglieri. A seguito di una ricerca archivistica svolta...

I lettori ci scrivono di cinema. La corrispondenza sui periodici comunisti Vie Nuove, Il Calendario del Popolo e Rinascita tra il 1945 e il 1960

Marco Zilioli
Nel 1953 venne pubblicato Mille domande a Vie Nuove. Mille risposte a Vie Nuove, un volume curato da Aldo D’alfonso che voleva essere la prima raccolta di lettere pubblicate nel periodico comunista Vie Nuove riguardanti la rubrica Corrispondenza con i lettori. Aldo d’Alfonso si augurava, altresì, che a questo primo tentativo ne sarebbero seguiti altri, di fatto mai realizzati. Partendo da questo lavoro, si porterà avanti – seppur con modalità e obiettivi differenti – quanto...

Muti mutanti. Frankenstein scopre il cinema

Alessandro Faccioli
The myth of Frankenstein received little attention from the world of international silent cinema. However, with the transition to sound, it was quickly embraced by the silver screen. This work will examine three specific issues: the voice and the silence of the Monster; the recognition of the genre of the fantastic in Italian silent cinema; the shared nature of both the Monster and the cinematographic apparatus.

History, Analysis and Anthropology of Medical Dramas: A Literature Review

Marta Rocchi
The article is dedicated to American TV series that belong to the medical drama genre. The first part of the work is aimed at providing a brief summary of the evolution of the main features of the genre with respect to settings, protagonists and their representation in fictional products. We therefore want to trace the main transformations of the longest-running products among contemporary fictional shows, from the first medical series to the ones still running...

Lo spessore dell’immagine: il Faust di Aleksandr Sokurov

Stefano Oddi
Il Faust di Aleksandr Sokurov è il capitolo conclusivo di una tetralogia sul potere aperta da Moloch, Taurus e Il Sole, incentrati rispettivamente sulle figure di Hitler, Lenin e Hirohito, massime rappresentazioni novecentesche del totalitarismo che Sokurov sceglie di demonumentalizzare illustrando “il lento affiorare dei [loro] corpi” (Gianfranco Ferraro). Uno stesso processo di corporeizzazione contraddistingue Faust e si applica non solo alla caratterizzazione dei personaggi principali – rappresentati da Sokurov alla stregua di puri corpi...

“An evil has been committed”. Complessità e portato educativo della serie American Vandal tra mockumentary, satira e metalinguismo

Valentina Domenici
Negli ultimi anni la nuova serialità si è confermata un oggetto di studio privilegiato sia per i Television Studies che per i Media Studies, che ne hanno messo in luce la complessità intesa come una caratteristica-chiave, riscontrabile non solo a livello di struttura narrativa, ma anche delle pratiche di consumo e fruizione. Tenendo conto di questi aspetti, come del contesto imprescindibile della convergenza dei media, l’articolo propone come caso di studio la serie statunitense American...

Schermi, quadri, finestre. Sulla poetica di Marcantonio Lunardi

Pasquale Fameli
Negli ultimi anni il lavoro del videoartista lucchese Marcantonio Lunardi (1968) ha ottenuto molti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, riscuotendo anche una certa attenzione da parte della critica. La complessità del suo linguaggio, da cui emerge una propensione a coniugare schemi e soluzioni di origine pittorica entro strategie filmiche antinarrative, si presta a molteplici livelli di lettura. In questo saggio si tenta di comprendere la poetica di Lunardi mediante l’analisi di alcune tra le...

I Serious Games di Farocki. Gioco, apprendimento, terapia

Virgil Darelli
The essay acknowledges, through an aesthetic perspective, the relationship between training and therapy, meant as a play or work on oneself. Through the analysis of Harun Farocki’s Serious Games, which examines this relation with reference to two virtual devices of the US Army, the essay shows how the training provides an early mastery of the traumas, while the therapeutic work offers a postponed learning. In fact, they are both based, on the one hand, on...

Registration Year

  • 2012
    1,348
  • 2013
    4,335
  • 2014
    5,037
  • 2015
    1,185
  • 2016
    2,120
  • 2017
    1,332
  • 2018
    1,409
  • 2019
    847

Resource Types

  • Text
    17,577
  • Dataset
    32
  • InteractiveResource
    2

Data Centers

  • Università degli Studi di Bologna
    17,613