Differenziato e Compatibile: conservazione nel contesto del recupero dell’architettura e dell’urbanistica tradizionale

Sin dall’adozione della Carta di Venezia nel 1964, i programmi e le politiche di conservazione hanno assunto che le nuove costruzione nei contesti storici-ed in generale l’architettura contemporanea- dovessero continuare a riflettere i caratteri del tempo in una irrevocabile differenza tra il presente e la concezione storicista dello stile architettonico. Tra i mandati impliciti della Carta, a riguardo di nuovi interventi in centri storici, è che questi “mostrassero il segno della contemporaneità”, un contrasto formale...
This data repository is not currently reporting usage information. For information on how your repository can submit usage information, please see our documentation.